ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER SCHOLL  

Mese del piede

18 aprile 2013 - Scholl

Torna dal 10 Maggio al 28 Luglio il “MESE DEL PIEDE” Scholl. Tante novità per la 4° edizione dell’iniziativa dedicata alla cura e al benessere dei piedi

Scholl presenta:
I “Tips in Feet” del podologo e del riflessologo taoista & il concorso “Piedi da premiare”
E’ tempo di scoprire i piedi: torna dal 10 Maggio al 28 Luglio il “Mese del Piede", l’annuale iniziativa Scholl dedicata alla promozione di una vera e propria cultura responsabilizzante in materia di footcare.
In qualità di footexpert Scholl porta avanti anche quest’anno, con dedizione e innovazione, il proprio impegno nella diffusione di concetti educativi legati all’importanza della cura dei piedi, una parte del corpo ancora troppo spesso sottovalutata. Giunto alla sua quarta edizione, il “Mese del Piede” rappresenta per lo storico brand un immancabile appuntamento per sensibilizzare ad un corretto trattamento delle estremità inferiori, affermando come una sana routine quotidiana di cure sia il primo passo per avere piedi sani e belli, sempre.
Responsabili del benessere e dell’equilibrio dell’intero organismo, i piedi meritano infatti le stesse cure riservate ad altre parti del corpo, specie in vista della stagione estiva quando la prova sandalo obbliga ad una perfetta remise en forme.
Tante le novità proposte da Scholl per l’edizione di quest’anno, tutte pensate per accompagnare le donne lungo un percorso che faccia della prevenzione e del trattamento quotidiano delle estremità inferiori la soluzione vincente per esibire piedi sani e curati in qualsiasi occasione.
Scholl presenta i “Tips in Feet” in collaborazione con il Podologo Massimiliano Macciantelli e il riflessologo taoista Laozu Baldassarre, Direttore dello Zu Center (Centro Specialistico per lo studio e l’applicazione della riflessologia del Piede). Vere e proprie “pillole” per indagare su tematiche e curiosità relative ai piedi, testimonianza di quanto semplici suggerimenti possano contribuire a migliorare il benessere psico-fisico dell’intera persona.

I TIPS IN FEET
Del Podologo Massimiliano Macciantelli Presidente dell’A.M.P.I. (Associazione Mercurio Podologi Internazionale)
Lo sai che…?
1) Contrariamente a quanto si pensa la sera è il momento ideale della giornata per provare le scarpe?
Che siano tacchi a spillo, stivali o ballerine, per evitare “inconvenienti” la sera è proprio il momento migliore per lo shopping, quando cioè le gambe e i piedi, affaticati dalla giornata, tendono ad essere più gonfi e quindi a far sì che una scarpa stretta risulti fin da subito fastidiosa, evitando di indurci a un acquisto sbagliato.
2) Il tacco, oltre essere una fedele arma di seduzione per molte donne, previene errori posturali e disturbi alle ginocchia, caviglie?
L’altezza ideale del tacco deve essere di un paio di centimetri per gli uomini e tra i 2 e 4 centimetri per le donne. Per chi ama indossare scarpe con tacchi alti, al di sopra dei 4 centimetri, il plateau è sempre consigliabile per diminuire il dislivello tra l’avampiede e il retropiede, garantendo lo slancio che rende le gambe sinuose e contemporaneamente proteggendo la salute del nostro piede.
3) È possibile sfiammare le callosità interdigitali con semplici impacchi d’alcool?
Impacchi d’alcool denaturato per pochi minuti nella zona infiammata permettono di attenuare il fastidio e asciugare la cute affetta da callosità donando un momento di sollievo alla parte sofferente e di piacevole benessere a tutto il piede.
4) La micosi dell’unghia, gli occhi di pernice, il cattivo odore e molti altri disturbi possono dipendere dall’eccessiva sudorazione del piede?
Ci sono piccole accortezze che possono venirci in aiuto: scegliere calzature che siano traspiranti, cambiare le calze frequentemente, non utilizzare le stesse scarpe per più giorni consecutivi e curare l’igiene del piede mediante detergenti non aggressivi sono i rimedi migliori contro la sudorazione delle estremità inferiori. E’ inoltre importante asciugare bene il piede prestando attenzione agli spazi interdigitali affinché non ristagnino umidità e sudore localizzato.
5) E’ possibile mantenere il piede morbido e vellutato con un semplice gesto?
Utilizzare una crema esfoliante per fare lo scrub aiuta a eliminare le cellule morte e soprattutto di sera favorisce il rilassamento. Quando la cute del piede si presenta molto secca e desquamata necessita di essere nutrita in modo costante, in questo caso il consiglio è di utilizzare creme nutrienti in occlusione affinché il prodotto venga assorbito pian piano.
6) Tagliare le unghie “quadrate” aiuta a prevenire la formazione dell’unghia incarnita?
L’unghia incarnita è causata nella maggior parte dei casi da un trauma che scheggia o rompe l’unghia e ancor più comunemente da un taglio errato. Utilizzare gli strumenti adeguati e tagliare le unghie con forma quadrata è la giusta precauzione contro questo fastidio. Questa piccola accortezza ci permette inoltre di stendere meglio lo smalto, semplicemente seguendo la linea dell’unghia per avere piedi sani e anche belli da sfoggiare.

I TIPS IN FEET
Del riflessologo taoista Laozu Baldassarre Direttore dello Zu Center

Lo sai che…?
1) Esistono piedi con atteggiamento maschile e piedi cosiddetti femminili?
Rispetto a un asse centrale, il piede destro più aperto del sinistro indica che il soggetto utilizza con predominanza l’emisfero sinistro, tipico di una persona analitica e predisposta alla razionalità (piede maschile). Viceversa, il piede sinistro più aperto è tipico di soggetti che utilizzano principalmente l’emisfero destro, dunque emozionali, istintivi e creativi (piede femminile).
2) Dalla forma dei tuoi piedi puoi capire lo sport più adatto?
Se fin da bambina hai sognato di fare la pallavolista ma non ti sei mai distinta per la capacità di saltare molto in alto è probabile che abbia il piede piatto. Questo limita lo slancio e chi presenta tale caratteristica è per natura portato per gli sport in cui scaricare tutta la forza verso il basso, e dunque sui piedi, come sci, pattinaggio o surf. Quanti invece hanno il piede cavo si trovano facilitati nel praticare discipline sportive che richiedono una forza esplosiva verso l’alto, come appunto la pallavolo o il basket.
3) Se hai le unghie troppo sottili devi evitare di mangiare troppi zuccheri?
Spesso sottovalutata, anche la nostra dieta può influire sul benessere dei piedi. La sottigliezza dell’unghia è infatti da attribuirsi all’eccessiva assunzione di zuccheri, contrariamente una dieta ricca di sale ne provoca l’ispessimento.
4) Ogni singola parte del corpo si riflette sui piedi e puoi risolvere i problemi posturali a partire da essi?
Sul nostro corpo esistono molti punti terapeutici che se stimolati inducono delle reazioni benefiche su zone distanti dal piede. A ogni sezione del piede corrisponde infatti una parte del corpo e tutte le sue proporzioni sono perfettamente rispettate. Callosità, gonfiori, artrosizzazioni, rigidità muscolari sono tutte manifestazioni dei disagi degli organi a cui corrispondono le aree riflesse.
5) Se hai l’alluce valgo soffri probabilmente di un sovraccarico di responsabilità?
L’alluce valgo è la proiezione riflessa della settima vertebra cervicale. La sua manifestazione è determinata da vissuti personali relativi a forme di sovraccarico di responsabilità, a livello affettivo si riscontra sull’alluce sinistro, a livello razionale invece sull’alluce destro. Quando l’alluce valgo è asintomatico la situazione è cronica e probabilmente superata, se invece si presenta infiammato e doloroso significa che la persona sta vivendo dei sovraccarichi di responsabilità al presente.
6) Automassaggiarsi i piedi dopo una giornata faticosa aiuta a rilassare i muscoli?
Se tornando a casa percepiamo il peso di una giornata particolarmente faticosa, un buon massaggio ai piedi può darci benefici insperati. Quando la stanchezza è dovuta a un lavoro mentale l’origine la definiamo energetica. In questi casi il massaggio si esegue dorsalmente con la tecnica del “battito d’ali” fatta di sfioramenti leggeri che seguono la direzione dei meridiani dell’agopuntura: l’alluce va massaggiato dalla parte alta verso il collo del piede, le restanti aree dal collo del piede verso le dita. Attraverso questo movimento si ottiene una differenza di potenzialità elettrica, dall’alto verso il basso, si “svuotano i pieni e si riempiono i vuoti”. Quando la stanchezza è invece dovuta alle troppe ore trascorse in piedi, il massaggio deve concentrarsi sulla pianta del piede in modo ritmico, pressorio e pompante per dare sollievo soprattutto ai tessuti molli che hanno subito lo stress maggiore. Anche trascorrere gran parte della giornata seduti può generare stanchezza, in particolare nella parte bassa della schiena e nella zona dell’inguine. L’ideale in questo caso è massaggiare energicamente il collo del piede arrivando ai malleoli e la zona posteriore del calcagno in corrispondenza del tendine d’Achille.

Le novità “Mese del Piede” Scholl
Per riconoscere concretamente l’impegno di quanti amano prendersi cura dei propri piedi, Scholl lancia il concorso “Piedi da premiare” attivo durante il periodo dell’iniziativa “Mese del Piede”, dal 10 Maggio al 28 Luglio. Semplicemente acquistando 2 prodotti a scelta della gamma Scholl è possibile ricevere in omaggio un kit di due smalti e partecipare all’estrazione finale che offre l’opportunità di scegliere tra tre differenti premi in palio: per la donna elegante che non rinuncia al comfort una fornitura di scarpe Scholl per un anno, per le più romantiche e sognatrici l’esclusivo anello con diamante firmato D&D ed infine per le giovani vittime dello shopping più sfrenato una Gift Card Coin del valore di 2.000,00 euro tutta da spendere.
Ricerca e richiesta di informazioni: sono questi i trend emergenti che dimostrano quanto il bisogno di contenuti anche in materia di footcare sia fondamentale per le persone che sempre più spesso manifestano il desiderio di essere accompagnate in un percorso educativo che sappia dare al piede la dignità che merita. Lo dimostrano le oltre 106.000 ricerche sul web che ogni mese vengono condotte da utenti italiani su parole legate alla cura del piede che diventano 150.000 se ad esse si aggiungono termini relativi alle scarpe. E’ in quest’ottica che Scholl sceglie anche quest’anno di condividere la propria footexpertise distribuendo gratuitamente il Libretto informativo all’interno di tutte le farmacie aderenti, una guida ricca di suggerimenti, consigli pratici e approfondimenti per accompagnare il consumatore a conoscere passo dopo passo i propri piedi e fornire le informazioni necessarie per risolvere i tipici problemi o inestetismi.
Il nuovo sito Scholl www.scholl.com, oltre ad ospitare la versione digitale facilmente scaricabile del libretto informativo, si presenta nella sua veste rinnovata, grafica ed editoriale, quale mondo di riferimento capace di proporre in modo del tutto inedito prodotti, temi e curiosità sul footcare per la prima volta congiuntamente al footwear. Le due anime Scholl si fondono virtualmente per presentare agli utenti una nuova esperienza olistica del piede, riservando oltremodo la possibilità di ricevere un consulto gratuito direttamente dal Podologo Massimiliano Macciantelli semplicemente accedendo alla sezione dedicata “Scrivi al podologo”. La compilazione del modulo e una preliminare indicazione della problematica d’interesse consentiranno di ricevere una risposta personalizzata dall’esperto.

In un’ottica di costante innovazione a partire proprio dall’offerta dei prodotti, Scholl in occasione della quarta edizione del “Mese del Piede” presenta 3 novità: la Soluzione Rapida Anticallosità, i Fresh Step deodoranti per Piedi e Scarpe e il Cerotti per calli protezione invisibile. Pratici e funzionali, questi innovativi prodotti si aggiungono alla già vasta gamma Scholl pensata per rispondere con sempre maggiore attenzione alle esigenze dei propri consumatori e accompagnarli nel cammino quotidiano.

Scholl, attraverso il Mese del Piede, concretizza e sostiene la propria mission educativa verso un consumatore che si dimostra sempre più sensibile e attento nei confronti della cura dei piedi, quanto consapevole di come la salute delle estremità inferiori sia essenziale per il benessere della persona a 360°. E’ per questo che Scholl dedica, da oltre cent’anni, il proprio impegno nella promozione del footcare quale pratica mentale ancor prima che comportamentale promuovendo il rispetto verso questa parte del corpo da cui dipende l’equilibrio dell’intera persona.