ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER SCHOLL  

Igiene, calze e scarpe sanitarie: addio ai cattivi odori!

 
Certo, nessuno di noi ama essere additato come "l'amico dai piedi puzzolenti"! Tuttavia, il cattivo odore plantare è un disturbo tanto imbarazzante quanto diffuso. Per chi ne soffre, ogni occasione è una possibile fonte di disagio, che si tratti di cambiare calzature nella sala da bowling o scegliere un nuovo paio di scarpe in compagnia degli amici. Fortunatamente, però, non si tratta di una condizione irrisolvibile: con alcune contromisure, come l'adozione di scarpe sanitarie, calze traspiranti e prodotti specifici, è facile tenere a bada e neutralizzare i cattivi odori.
Il piede e il suo odore

A livello medico, il disturbo dei piedi maleodoranti è definito bromidrosi ed è assai comune. Ogni piede possiede circa 250.000 ghiandole sudoripare [1], che è la concentrazione più alta rispetto a qualsiasi altra zona del nostro corpo. Il sudore, di per sé, è inodore [2]: è il mix di sudore e batteri, già presenti sulla nostra pelle, che può dare vita agli odori sgradevoli. In alcune fasi della nostra vita, poi, i cambiamenti ormonali possono indurci a sudare di più, ad esempio durante l'adolescenza o la gravidanza [3].

Combattere i cattivi odori

La prevenzione resta il modo migliore di curare i piedi maleodoranti e vi sono diverse precauzioni che possiamo mettere in atto.

  1. L'igiene personale è il nostro alleato più fedele. Lavare e asciugare con cura i piedi, quotidianamente, contribuirà a preservarne la loro freschezza.
  1. Indossare il giusto tipo di calze - meglio ancora se accompagnate da adeguate scarpe sanitarie - è altrettanto importante. Preferiamo le più traspiranti, come quelle di lana o cotone. Evitiamo, invece, quelle di nylon, che intrappolano il sudore e lasciano umidi i nostri piedi per lungo tempo.
  1. Sempre a proposito di calzini, ricordiamoci di cambiarli almeno una o due volte al giorno. Portare le stesse calze per due giorni consecutivi è come ravvivare il sudore già presente, aggiungendone di nuovo, con l'ovvia conseguenza di generare cattive esalazioni. Un altro utile suggerimento riguarda la loro modalità di lavaggio: rivoltare i calzini, prima di caricarli in lavatrice, assicura una più profonda pulizia della parte a diretto contatto con la pelle.
  1. Al pari delle calze, anche le scarpe possono fare la differenza. Cerchiamo, quindi, di privilegiare calzature traspiranti come le scarpe sanitarie o, quantomeno, dotate di suole di cuoio o tela, due materiali capaci di far respirare il piede. Evitiamo, poi, di indossare sempre le stesse calzature: meglio alternarle, e lasciarle all'aria almeno 24 ore dopo l'uso.
  1. Per neutralizzare i cattivi odori, Fresh Step Deodorante Scarpe di Scholl può venirci in soccorso: spruzzato nelle scarpe, elimina istantaneamente gli odori sgradevoli e le lascia fresche e profumate per 24 ore. È adatto a tutti i tipi di calzature, dalle scarpe sanitarie o quelle da running.

Togliersi le scarpe è soprattutto un gesto rilassante e liberatorio. Con questi consigli permetteremo ai nostri piedi di respirare, ogni volta che ne avranno bisogno: possiamo star certi che ce ne saranno grati.

[1] http://www.betterhealth.vic.gov.au/bhcv2/bhcarticles.nsf/pages/Foot_odour_causes_and_cures

[2] http://www.footvitals.com/skin/foot-odor.html

[3] http://www.nhs.uk/Livewell/foothealth/Pages/smellyfeet.aspx