Salta al contenuto principale

Scholl

Patologie dei Piedi: Quali Sono le Principali Malattie dei Piedi

Patologie dei Piedi: Quali Sono le Principali Malattie dei Piedi

Durante la deambulazione e lo svolgimento delle tue attività quotidiane, magari stando a lungo in piedi o durante uno sforzo fisico e prolungato, potrebbe esserti capitato di provare fastidio o dolore ai piedi, agli arti inferiori o alla zona lombare.

Alcune volte, questi dolori potrebbero essere sintomo di patologie dei piedi, provocando complicazioni a lungo termine, soprattutto se tali condizioni non vengono trattate tempestivamente.

Quando sei in posizione eretta o stai camminando, i piedi sostengono e distribuiscono in maniera omogenea il peso corporeo: mantenere i piedi in buone condizioni è pertanto di vitale importanza per evitare pressioni in altre parti del corpo, come la zona lombare o le gambe.

Per sapere le caratteristiche delle malattie dei piedi più comuni e come trattarle, continua a leggere l’approfondimento.

Alluce Valgo: Malattia delle Dita dei Piedi

L'alluce valgo è una delle più comuni malattie dei piedi: si tratta di una deformità del piede, un grumo osseo posizionato al lato del piede e che può provocare un forte dolore quando si cammina o si svolgono attività sportive.

Quando l’area è rossa e gonfia, risulta difficile camminare, e nelle fasi più avanzate si potrebbe presentare una deformazione anche del secondo dito.

Questo disturbo è causato solitamente da malformazioni genetiche (infatti, se qualcuno in famiglia dovesse avere l’alluce valgo, sarai predisposto ad averlo), ma anche dall’utilizzo di scarpe poco adatte e strette, che possono anche aggravare la situazione.

Se sei affetto dall’alluce valgo, e la condizione ti reca dolore, contatta il tuo medico per dei trattamenti specializzati. Inoltre, ci sono diversi accorgimenti che potresti adottare per migliorare la condizione, come ad esempio l’utilizzo di plantari appositi, indossare scarpe dalla pianta larga e impacchi di ghiaccio.

Malattie dei Piedi in Zona Tallonare: la Spina Calcaneare

La spina calcaneare è una condizione in cui un deposito di calcio tende a crescere tra il tallone e l'arco del piede, formando un grumo osseo simile, appunto, a una spina.

Questa patologia dei piedi è di solito collegata alla presenza di lesioni, come uno strappo muscolare o una lacerazione dei tessuti del tallone.

L’età avanzata è una delle cause della comparsa di questa malattia dei piedi, dal momento che i cuscinetti presenti nel tallone si consumano con il tempo e non riescono più a fornire una protezione adeguata contro gli urti durante la deambulazione.

Anche chi svolge attività sportive, come la corsa o il salto il lungo, tende a logorare il calcagno (osso costituente del tallone) e l'arco plantare, così come chi esegue lavori faticosi senza indossare calzature adeguate.

Se provi un dolore acuto alla pianta del piede, e noti un gonfiore e una piccola sporgenza ossea visibile sotto il tallone, allora è possibile che si stia formando la spina calcaneare.

Per contrastare il problema è importante rivolgersi a un medico, che può consigliare sia una terapia conservativa (ovvero stare a riposo e prendersi il tempo necessario per ridurre il gonfiore nella zona interessata), oppure una terapia chirurgica, che prevede la rimozione della spina calcaneare.

Patologie dell’Avampiede: la Metatarsalgia

La metatarsalgia è una delle malattie del piede più comuni: colpisce i metatarsi, ovvero le ossa che collegano le dita dei piedi alle caviglie.
Può derivare da condizioni mediche pregresse, come l’artrite, dall'indossare calzature inadeguate durante le attività quotidiane, dallo stare molto tempo in piedi o dal praticare sport ad alto impatto.

Il sintomo principale è una sensazione di fastidio o dolore, simile ad una fitta, che corre lungo l’arco plantare.

Se stai cercando di alleviare il dolore di questa patologia dei piedi, potresti provare a praticare stretching prima dell’attività sportiva, indossare solette che ammortizzano gli urti sui metatarsi, evitare scarpe con tacchi alti e ridurre le attività faticose.

La Fascite Plantare: una Patologia dei Piedi che Colpisce l’Arco Plantare

La fascite plantare, o tallone del corridore, è una malattia dei piedi che colpisce la fascia plantare, ovvero il tessuto connettivo che forma la pianta del piede.

Questa fascia contribuisce a formare l'arco plantare, zona molto soggetta a lesioni e infiammazioni.

Se fai sport ad alto impatto e non indossi scarpe adeguate durante gli allenamenti, passi molto tempo in piedi, e in generale ti capita di svolgere attività quotidiane che provocano urti agli arti inferiori, allora potresti essere soggetto a infiammazioni della pianta del piede – appunto, la fascite plantare.

Per prevenire questa patologia dei piedi potresti fare esercizi di stretching (forniscono un valido aiuto nella gestione del dolore), ma anche evitare di indossare scarpe alte e utilizzare plantari appositi, in grado di ammortizzare gli urti.

I Piedi Piatti e Cavi: Patologie dell’Arco Plantare

Le persone che soffrono di piedi piatti tendono ad avere un arco plantare molto basso che rischia di causare dolore quando si cammina o si sta in posizione eretta, dal momento che il peso del corpo non viene distribuito in maniera omogenea sugli arti inferiori. Questa condizione, di solito, è collegata all’iperpronazione, ovvero un eccessivo movimento del piede verso l’interno durante la camminata.

Al contrario, se il piede tende ad un movimento verso l'esterno quando viene appoggiato a terra (supinazione), si potrebbe manifestare la condizione del piede cavo, con un conseguente inarcamento eccessivo degli archi plantari.

Il sintomo più comune dei piedi piatti o piedi cavi è il dolore ai piedi, una sensazione di fastidio che può peggiorare con gonfiori all’arco plantare, al ginocchio e, in generale, alle gambe.

Le cause comuni di queste due patologie dei piedi includono:

  • fattori genetici;
  • lesioni al piede o alla caviglia;
  • postura e modo di camminare;
  • anomalie ossee;
  • indossare scarpe poco adatte, che non riescono ad ammortizzare gli urti.

Il Neuroma di Morton

Il neuroma di Morton, scoperto nel 1876, è un tipo di metatarsalgia che colpisce i nervi interdigitali del piede, provocando un’infiammazione molto dolorosa.

Lesioni, irritazioni o pressioni dovute all'uso di scarpe a punta o con tacchi alti, sono tutte cause scatenanti di questa malattia del piede che insorge in seguito alla compressione e all’infiammazione dei nervi dell’arco plantare.

Per evitare la formazione di questa patologia dei piedi, evita l’utilizzo di scarpe scomode, prediligi l’utilizzo di cuscinetti in silicone utili ad alleviare la pressione sui piedi.

Se dovessi sentire dolore all’arco plantare, al tallone o agli arti inferiori, consulta uno specialista in modo da individuare il disturbo e seguire i trattamenti più adeguati.

Ti consigliamo di approfondire l’argomento delle patologie dei piedi sul sito di Espertodelpiede.it, dove potrai trovare anche una sezione dedicata al comfort dei piedi e degli arti inferiori.

 

Condividi